giovedì 17 maggio 2018

Recensione 2018 #05 - Once upon a zombie - Il colore della paura

Carissimi lettori (sì, lo so che ci siete, vi vedo anche se non commentate :P ) ecco una nuova recensione, recensione di un libro che mi ha divisa molto, sia sul voto finale sia sul se, effettivamente, mi sia piaciuto o meno.

ONCE UPON A ZOMBIE - Il colore della paura
★★★☆☆

SINOSSI: Impiegabili avvistamenti nei cimiteri di tutto il mondo... Il sito web unexplainablenews.com ha riferito di strani fenomeni avvenuti nei cimiteri di Scozia, Germania, Italia e Stati Uniti. Solo una persona sa cosa sta accadendo... e perché! L'individuo in questione conosce anche l'unica ragazza potenzialmente in grado di impedire una terribile, imminente catastrofe. Ma ci riuscirà? Fiato poco, paura tanta... Quando la mamma di Caitlin Fletcher scomparve (o se ne andò?) quattro anni prima, anche tutto l'ossigeno del mondo sembrò svanire con lei, o almeno così parve a Caitlin. Da allora Caitlin soffre di attacchi d'ansia che la lasciano senza fiato. E il recente trasferimento a Londra con il papà e la sorellina cervellona minaccia di portare con sé nuove situazioni di panico. Ormai Caitlin va in ansia alla sola idea... di poter andare in ansia! Un tormentoso viaggio in un'altra incredibile dimensione... La vita di Caitlin prende una piega bizzarra quando si ritrova costretta con l'inganno a calarsi in una "tana di coniglio" che la condurrà in un universo fatato, assolutamente meraviglioso... be', se non brulicasse di selvaggi zombie con gli occhi iniettati di sangue!





-LA MIA OPINIONE-

Once upon a Zombie è un romanzo che, come dicevo, mi ha lasciato parecchie perplessità.
Il concept è davvero unico e non mancherà di attirare quanti più lettori possibili, ma ci sono così tanti problemi in questo scritto che anche il concept, a un certo punto, passa in secondo piano.
Caithlin Fletcher ha 14 anni e un sacco di problemi a relazionarsi con il prossimo per colpa delle sue fobie sociali: soffre di continui attacchi di panico, di ansia da prestazione quando si tratta di "mettersi in mostra" davanti a un pubblico, anche solo per un semplice ballo durante il ballo scolastico di Halloween e ha costantemente paura dell'opinione del prossimo.
Come se la sua vita non fosse già abbastanza complicata, scopriamo che Caithlin è la novellina dell'istituto americano Kingshire a Londra, dove si è appena trasferita dall'America con il padre e la fastidiosissima sorellina; che la madre è scomparsa quando lei aveva appena dieci anni e che solo recentemente è stata dichiarata morta, anche in assenza di un cadavere e che la stessa Caithlin gestisce (anzi fa parte) di una rivista on-line sul paranormale per la quale scrive articoli e che, per questa ragione, è già stata etichettata come weirdo della scuola.
Insomma, 'sta ragazza è un casino ambulante!
La vicenda si svolge nell'arco di una giornata; troppo poco direte! Sì, anche io l'ho pensato ma gli avvenimenti si susseguono così caoticamente che quasi non ci si fa caso al gap temporale: è Halloween, la notte delle streghe, il compleanno di Caithlin e, dulcis in fundo, l'anniversario della scomparsa di sua madre (evvai con il dramma/cliché).
Come c'era da aspettarsi, Caithlin è terrorizzata all'idea di andare al ballo scolastico e sta pianificando di abbandonare tutto quando la sua "adorabile" sorellina Natalie fa irruzione in camera sua, cercando di convincerla ad andare. Caithlin accampa qualche scusa sul dover scrivere il nuovo articolo per la webzibe "unexplainablenews.com", poi la discussione viene deviata sugli strani accadimenti che stanno sconvolgendo il web, ovvero avvistamenti sotto forma di corpi in movimento o inspiegabili luci, nei cimiteri di tutto il mondo; ma non solo, questi avvistamenti si stanno avvicinando anche ai centri abitati. Come unico indizio di una componente antropica si hanno dei ritrovamenti di ceci (sì, avete capito bene, ceci) sui luoghi visitati, gli stessi ceci che Caithlin trova sul tetto di casa sua, vicino alla finestra della sua camera da letto, assieme all'impronta di una mano sul vetro di quest'ultima.
BAM! E qui ti si accende la lucina dell'apocalisse zombie + creature del mondo incantato e ci speri tanto, ma tanto!
E invece no! Andando avanti si scopre che sei stato fottuto dalla tua stessa immaginazione!
Caithlin, infatti, viene invitata dal ragazzo più figo e cool della scuola, Jack, al ballo in maschera della Kingshire (e successivamente a un'escursione al cimitero più vicino, dove è sepolto anche il carissimo Carroll... che romantico), ma per una serie di eventi (e tre stronzette di prima categoria) viene ingannata e si ritrova ad andare direttamente al cimitero di Guildford, il Mount Cemetary, saltando a piè pari il ballo, convinta che Jack la raggiungerà direttamente lì.
Fortuna vuole che Natalie, sua sorella, sia una gran scassacazzi e che l'abbia seguita per tutto il tragitto (almeno Caithlin non è sola in questa avventura).
Insomma, come avrete capito non ho il dono della sintesi, fatto sta che proprio sulla tomba di Carroll, le due ragazzine fanno l'incontro più traumatizzante e allo stesso tempo inverosimile della loro vita! Una Raperonzolo zombie esce dalla terra putrescente dove riposa il grande scrittore di Alice in Wonderland per rapire (si fa per dire) Caithlin e sua sorella e portarle nel suo mondo.
Il motivo? Caithlin è la designata per salvare lei e la sua gente dalla terribile piaga zombie che li affligge.
Qui facciamo poi la conoscenza di vari personaggi come La bella addormentata, Biancaneve, Cenerentola, il brucaliffo, il principe ranocchio, etc... personaggi che hanno i loro pregi, alcuni, e altri che hanno solo difetti, ma ci arriveremo.
Raperonzolo, che è la leader del gruppetto di principesse impegnate per salvare i loro regni, spiega a grandi linee (e avremo una spiegazione migliore quando arriveranno dal brucaliffo) che cosa sta accadendo nel loro universo: la Regina di cuori, amabile donna (? ma che cazz...) ha dato di matto. Per colpa di un'oscuro figuro si è fatta infettare dalla paura e dalla rabbia, che fanno parte del così detto "spettro rosso" (poi avremo anche una lezione sugli arcobaleni e sui colori, ma ve la risparmio altrimenti non mi basta un post per questa recensione) e per questa ragione ha iniziato a vedere il mondo incantato come un luogo orribile dove i suoi sudditi altro non vogliono che usurparle il trono. Così, tanto perchè la stronzaggine si è impossessata di lei, grazie a uno scettro cazzutissimo che le è stato regalato dall'oscuro figuro, ha lanciato una maledizione su tutti i regni, zombificando quante più persone, piante e animali possibili.
Gli unici che ancora resistono, anche se a fatica, sono le principesse protagoniste della storia e qualche altro personaggio qua e la per i mondi.
Come avrete capito quindi, la missione di Caithlin sarà quella di sottrarre lo scettro alla malvagia regina prima che lanci la terza e ultima maledizione che distruggerà definitivamente il mondo incantato e il coraggio che anima i cuori dei pochi superstiti. Questo infatti può farlo solo qualcuno di umano, lo scettro non può essere toccato da nessuna creatura incantata.
Il finale, forzatissimo, ci spiega il vero motivo per cui, tra tutti, è stata scelta proprio questa ragazzina impaurita per questo ruolo, un finale a mio avviso... assurdo.
Se sperate poi in qualcosa legato ad Alice in Wonderland, data la copertina, scordatevelo. Incontreremo Alice solo nelle ultime due/tre pagine, con una profezia che aprirà le porte al secondo libro della trilogia che non ho capito quando uscirà... mah.
Passiamo al succo della recensione e ai vari problemi che ho riscontrato nella lettura.
Prima di tutto: la traduzione.
Ragazzi, è fatta con i piedi!
Non ho letto la versione originale e me ne rammarico, ma non credo proprio che ci siano tutti questi problemi di editing e di espressioni dialettali, le quali ammazzano la tensione ogni qual volta lo scrittore tenti di alzare la lancetta della paura.
Per quanto riguarda l'editing invece, abbiamo un sacco di lettere mancanti, articoli mancanti, parole che non c'entrano una ceppa con il testo e ripetizioni. Cioè, ok che la Edicart edizioni non è la Mondadori, o la Fanucci (e anche loro fanno non pochi errori, comunque), ma diamine leggetela la bozza finale prima di mandarla in stampa!
E vogliamo parlare della sinossi? In alto trovate la sinossi ORIGINALE di Amazon e Goodreads, persino qui ci sono degli errori!
Secondo problema?
L'edizione. La versione inglese è provvista sia di quella digitale che di quella cartacea, ma noi in Italia, che siamo dei poracci, ci dobbiamo accontentare unicamente di quella cartacea. Io che da anni leggo su kindle ho trovato questa cosa alquanto fastidiosa.
Fortunatamente il prezzo è basso, quindi posso passarci sopra, anche se credo che la loro sia stata una decisione dettata pensando al pubblico di riferimento. In Italia infatti, ancora c'è questa mentalità del cavolo per la quale, i romanzi per adolescenti, o ragazzini, siano appunto unicamente per ragazzini, quindi secondo questi editori gli adulti non andranno mai a comprare una copia del libro se non per i loro figli/nipoti, etc... forti di ciò, perché fare una versione digitale quando difficilmente un ragazzino di 10/11 anni avrà un e-reader?
Complimenti... come al solito non avete capito un cazzo!
Ma andiamo avanti.
Come dicevo, questa storia mi ha divisa molto. La prima parte è scorrevole e ti tiene incollata alle sue pagine, avida di particolari e di informazioni, tutto questo sino a quando non si arriva nel mondo di fantasia dove Caithlin viene catapultata attraverso un buco nella tomba di Carroll (davvero? Questa dovrebbe essere la fantomatica "tana del bianconiglio"? Ma per favore!).
Le principesse, a parte Raperonzolo che sa tanto di Rambo in gonnella, sono di un'antipatia unica... gli stereotipi disneyani si sprecano, gallinelle con più fondotinta che cervello: Biancaneve sì, è buona e altruista con il prossimo, ma non brilla per ingegno, Cenerentola è... mmh, inutile? A parte la sua voglia costante di cibo piccante e i suoi tentativi di mangiare Natalie perché è travestita da peperoncino! La bella addormentata nel suo ruolo di veggente è altrettanto inutile! Non hanno personalità rilevanti ai fini della storia, sono vuote, completamente e noiose da morire!
Ok, ok, forse è solo una mia opinione ma leggete il libro e ditemi se non ho ragione! Spiccano molto di più personaggi che si vedono per una manciata di secondi come la Sirenetta o, che ne so, il principe ranocchio!
Insomma, pessima caratterizzazione dei personaggi principali, in più Caithlin è una palla al piede di prima categoria. Dovrebbe essere un romanzo di crescita e questa invece non fa che lamentarsi per tutto il libro, risolvendosi a gran eroina solo nelle ultime 20 pagine. Sì, ecco la sua crescita... infine diventa anche spocchiosa e tronfia. 
No, non ci siamo.
Questi quindi i problemi di Once upon a zombie: una traduzione fatta con i piedi, la poca caratterizzazione dei protagonisti, un finale forzato, un'eroina scassacazzi e la seconda parte della storia, lenta, forse troppo incasinata per via di tutti i nomi delle varie specie etc... quasi che l'autore si fosse stancato di scrivere a metà della storia.
Però, e c'è un però, le ultime due pagine, con la profetica apparizione di Alice che apre le porte agli avvenimenti del secondo libro, mi hanno fatto rivalutare l'intera storia e quindi, anche se so che può sembrare masochistico, probabilmente acquisterò il secondo, quando la Edicart si deciderà a farlo uscire.
Nota positiva per la copertina, che adoro e per un passaggio che ho trovato davvero intelligente e ben scritto:

Uno zombie occhidisangue le passò davanti all'improvviso, vicinissimo; girò la testa e la guardò dritto in faccia. Era la prima volta che Caithlin si ritrovava a fissare uno zombie nelle palle degli occhi. Lo sguardo bramoso del demone la raggelò: i suoi occhi guizzavano più come una lingua, pensò Caithlin, che come un organo visivo, come se fossero dotati di papille gustative: ogni movimento era come una leccata sulla sua pelle.

Magnifico, direi che rende appieno quella che è l'essenza degli zombie.
E voi, avete letto il romanzo? Se sì, cosa ne pensate?
Fatemelo sapere nei commenti o, in alternativa, avete intenzione di leggerlo?




FB || TWITT || GR || BLOG || B-LOVE

Nessun commento:

Posta un commento

I PEGGIORI DEL 2018

I MIGLIORI DEL 2018

Label me

#Microhalloween #OdioLeSerieInterrotte 1STELLA 2STELLE 3STELLE 4STELLE 5 libri da... 5STELLE AA. VV. Academy Adrenalina Adventure Alexa Riley Amanda Hocking Amazon And I Darken Angels of the Dark Annette Marie Anteprima gratuita Audible Aurora nel buio Avventura Azione Barbara Baraldi Beautiful Betrayal Billy Phillips Black Canyon Blood Bonds BlueNocturne BOOKISH Sunday Bookstores Seeker C.A. Taylor C.J. Daugherty Caleb Battiago Canyon nero Cath Crowley Chiara Cilli Christian Jacq Christina Bauer Coach Colors Contemporaneo Cover reveal CreepyPasta Da evitare Dark Romance Dark Tournament Darren Shan DeA Die Rabenkönigin Disney Drammatico E. Lockhart Elisa S. Amore Erotica ESCE OGGI; L'amica Perfetta Facebook Fairytale Galaxy Chronicles Fantasmi giapponesi Fantasy Film tratti da Libri FinalFantasy XV Focus On Francesco Gungui Gena showalter Genuine Fraud Giacomo Gardumi Giallo Giappone Gigi Paoli Giulio Leoni Giunti Editore Halloween Hana ni Kedamono HarperCollins Hashtag Heaven on Earth Hex Hall His Princess Horror Horror per ragazzi Huge Hugex2 Huntley Fitzpatrick I canti di Anharra I Signori della Guerra I sogni del diavolo Il bacio di Mezzanotte Il respiro delle anime Il Segreto Del Bosco Immortal Fire Incantesimo Io e te come un romanzo Io sono Buio J. P. Rylan J.P. Epperson Jacinta Maree Japan Javier Negrete Jeanne Ryan Jenny Nissenson Jeremy Bates John Grover Karen Dionne Katie Hamstead Kerstin Gier Kiera Cass Kitsune No Hohoemi Koyasan Kristen White La casa del Padre La notte eterna del coniglio La teoria del tutto La trilogia delle Gemme Lara Adrian Laura Locatelli Lei che ama solo me Letteratura per ragazzi Letture estive Librerie in giro per il mondo Libri sotto L'ombrellone Lingua Italiana Lingua Straniera Linua Straniera Lords of the Underworld Lucy Snyder M/M Magia Nera Manga Mark Edwards Midnight Breed Mini Recensione Miwako Sugiyama Mondadori Moonlight And Midtown Morgane Bicail Myths of Mish Narrativa Contemporanea Narrativa Straniera Nerve News Night School Nocte Noir Oblivion Once upon a zombie Paranormal Romance Per Addestrarti Per me è NO! Phoneplay Poppy Z. Brite Post-Apocalittico Prime impressioni Princess Series Prossimamente Prossimi 90 giorni Prossimi romanzi Quello che c’è tra noi Raccolta Racconti Racconto Rachel Hawkins Rachel Kenley Räuberherz Rebell Recensioni Recensioni 2017 Recensioni 2018 Recensioni Film Recensioni Manga Recensioni VideoGames RELEASE THE B̶E̶A̶S̶T̶ BOOK Richard J. Samuelson Richard Laymon Riepiloghi annuali Riepilogo 2016 Romance Rubrica S. Jae-Jones Saggistica Scifi SEGNALAZIONI librose Series shōjo manga Shōnen'ai Shounen Ai SIN Sparta Sparta - La città guerriera Splatterpunk Star Comics Stepbrother Stepbrother Wolf Stephanie Brother Stephen W. Hawking STEPSISTER - A short story Storia Antica Storia Militare Storico Storie di Fantasmi Summer Time Teaser Tuesdays Terrore The Conquerors Saga The fates Divide The Flower and the Beast The Sin Eater's Daughter The Siren Their Stepsister Thriller Time Weaver: Heart of Cogs Tutto il tempo che vuoi ULTIME USCITE Un cattivo ragazzo come te Urban Fantasy Veronica Roth Violante Castellano Violet Nightfall Vita da Gameplayer Waiting for WWW Wanting My Stepsister Waterstones Wattpad Wintersong Wolf WWW Wednesday YA YA Space Opera Young Adult Yuri Abietti Zombie おたく/オタク Otaku Life 少年愛