domenica 25 giugno 2017

Recensione 2017 #16 - Nerve

Come al solito i nostri incontri sono sporadici ma è comunque un piacere riuscire a scrivere su questo blog, nonostante gli impegni e i continui tentativi di tenere in piedi il mio sogno!
Eccomi quindi con una recensione che, beh, ho dovuto ponderare. Se all'inizio ero entusiasta del romanzo, dopo qualche giorno - a romanzo completato ovviamente - mi sono accorta di tutti i problemi che questa lettura si è trascinata dietro sin dalla prima pagina.
Siete quindi curiosi di leggere questa recensione? Sappiate che, nonostante Nerve mi sia piaciuto, non indorerò la pillola ma lascerò un commento veritiero.

TITOLO: Nerve
AUTORE: Jeanne Ryan
SERIE: //

SINOSSI: Da questo bestseller il film campione di incassi Nerve Adesso in tutti i cinema

Adrenalina, soldi, followers, vita, successo, fama, amore, likes, vendetta, sopravvivenza...
Per cosa giochi?

Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, un gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare le sfide via via proposte. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione e sapere esattamente ciò che desidera: i premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio, la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?

Un romanzo adrenalinico e imperdibile.
Da questo bestseller internazionale, tradotto in 20 lingue, il film Nerve

«Un romanzo originale che offre una visione della cultura pop e dà un nuovo significato alla moda dei reality.»
Los Angeles Times

«I lettori si troveranno immersi nelle diverse possibilità della storia, e increduli dell’esito.»
Library Journal

«Il ritmo della narrazione è incessante, e i lettori si ritroveranno catapultati all’ultima pagina cercando di capire come sia stato possibile.»
Kirkus Reviews




Come detto precedentemente, mi ci sono voluti alcuni giorni, dopo la fine della lettura, per capire quali fossero le lacune di questo romanzo. Inizialmente avrei dato 5 stelline, forse 4 per il finale privo di mordente, ma ero comunque entusiasta della lettura. Mi sono però detta: non puoi scrivere una recensione così a caldo, quando hai ancora un sacco di adrenalina in corpo. Aspetta qualche giorno e poi potrai dar un giudizio imparziale.
Ero certa che il mio giudizio non sarebbe cambiato... e invece l'ha fatto.
Volendo però scrivere una recensione fatta bene, iniziamo dalla trama.
Di cosa parla Nerve?
Nerve è un gioco, un modo per mettersi alla prova, è un reality anche, ma con una peculiarità: non importa quanto sia difficile la sfida, quanto sia pericolosa, quanto vi vergogniate di farla, dovete vincere se volete i vostri premi!
E questi premi sono... beh, ciò che avete sempre desiderato! Perchè è così che funziona Nerve. Vi può dare ciò che volete, può fare avverare i vostri sogni, ma tutto ha un prezzo. Siete voi a decidere se vale la pena pagare quel prezzo. Eppure, davanti alla realizzazione di un sogno, c'è anche chi perde di vista il proprio onore, chi la realtà e il proprio orgoglio, chi se ne infischia dei valori e della vita umana.
Vee fortunatamente, la nostra protagonista, non sembra disposta a tanto. Non si fa comprare, almeno non del tutto, infatti non partecipa solamente per i soldi, c'è la ricerca di una possibilità di riscatto: Vee vuole farsi vedere per quello che è, forte, determinata, una ragazza che può farcela, che può vivere nel mondo. E quindi ecco che abbiamo una ragazzina all'apparenza fragile e insicura, con un passato difficile alle spalle - è lei che ci racconta infatti del suo peggior trascorso come il risultato di un errore e di un fraintendimento, ma sarà veramente così? Dopotutto vediamo e sappiamo solo ciò che ci racconta la protagonista, ciò di cui parla può essere falsato dalla narrazione in prima persona - che tenta di farsi strada a gomitate in un mondo nuovo, alla ricerca del suo posto in quello reale e che, come unico strumento di rivalsa, ha questo reality on-line, Nerve, il quale le da la possibilità di far vedere a tutti di che pasta è fatta.
E fin qui nulla di male, la storia scorre veloce e serrata, piena di colpi di scena; sono riuscita a finire il romanzo in sole tre sere! Il problema è la fine, e non solo, ma ci arriveremo!
L'autrice ti porta infatti, mano a mano, a un'escalation di avvenimenti adrenalinici fino poi allo snodo finale, dove tutti siamo con il fiato sospeso e... e nulla. E NULLA!
Non sto scherzando è... non so spiegare la mia delusione arrivata alle ultime pagine, soprattutto dopo aver letto l'incipit che faceva presagire a qualcosa di diverso.
Forse mi aspettavo troppo da una protagonista come Vee, che nonostante sia cresciuta molto - lei assieme al suo partner - resta comunque una ragazzina delle scuole superiori. Non può molto contro una società come la Nerve, probabilmente messa in piedi da Hacker di alto livello.
Ma al di là del finale che magari la scrittrice ha lasciato aperto nella speranza di poter scrivere un seguito, sono le storie dei personaggi, il loro background, che mancano. La Ryan lascia tantissimi indizi lungo la strada ma nessuno di questi ci aiuta ad avere un quadro completo di quanto accaduto prima. E quindi ti ritrovi a fare delle supposizioni, alcuni personaggi gettano illazioni a caso e non sai mai fin dove si spinga la menzogna e dove sia davvero la realtà.
Insomma poco curati i personaggi e questo, nonostante la lettura sia stata avvincente e mi abbia davvero soddisfatta, fa di un romanzo una storia a metà. E voglio essere buona perchè il finale che ci ha donato la Ryan è... beh, da bruciare!

Ho voluto comunque farmi del male e guardare anche il film, uscito l'anno scorso se non mi sbaglio, almeno per il mercato estero. Beh, a parte il nome del reality e dei due/tre protagonisti, non c'è nulla che ricordi il libro. Quindi anche questo si è rivelato un flop.

In definitiva un romanzo che tiene compagnia e che lascia il lettore continuamente in tensione ma la storia e i suoi personaggi, una volta terminata la lettura, lasciano davvero il tempo che trovano. Non c'è nulla che rimanga.
Un vero peccato.
Tre stelline, anche se sarei più per il 2/5.

PS: piccola postilla sul genere. Ho visto molte persone catalogare Nerve sotto il genere Distopico ma non mi trovo assolutamente in sintonia con questa decisione. Nerve è un romanzo contemporaneo, uno Young Adult probabilmente, d'azione.
Quindi sì, assolutamente da cancellare dai distopici, non ha nulla a che fare con questo genere.


Nessun commento:

Posta un commento