domenica 5 marzo 2017

Recensione 2017 #10 - #Microhalloween

Ed eccoci alla seconda recensione promessa, perché di nuovo mi ripeto: ieri sera mi sono data da fare!
Sono tornata a recensire un volume curato da Yuri Abietti, trovate il commento completo al volume precedente a questo link: CREEPYPASTA.

#MICROHALLOWEEN
Yuri Abietti - AA. VV.
SINOSSI: Si può riuscire a spaventare in poche righe? 58 microstorie horror di vari autori italiani, scritte e condivise su Facebook in occasione di Halloween.



Nonostante mi aspettassi molto da questo volume, mi sono dovuta ricredere.
E voi direte: e che palle! Ogni volta ti lamenti, non ti va mai bene nulla!
Avete ragione, sono una rompicoglioni, ma penso che con le critiche, costruttive si intende, le persone (in questo caso scrittori/curatori) possano crescere.
#Microhalloween è un progetto valevole che però (secondo me) poteva essere sviluppato diversamente. Da questa esperienza infatti poteva nascere il tanto famigerato volume in pieno stile CreepySpaghetti a cui Abietti ci aveva in qualche modo preparati. Perché limitarsi a poche righe quando si potevano raccogliere una cinquantina di storie  corte sì, ma ben congeniate?
Alcuni degli scritti riportati infatti avevano tutte le peculiarità per diventare dei veri e propri racconti, non sto parlando di storie da 40.000 battute, bastavano anche due semplici pagine in A5, per intenderci e il volume ne avrebbe sicuramente guadagnato.
C'è da dire però che questa raccolta è gratuita, quindi cosa mi lamento a fare?
E non è nemmeno un vero e proprio lamentarsi, è più un esserci rimasta male! Yuri Abietti ha fatto davvero un ottimo lavoro con le raccolte delle CreepyPasta, mi aspettavo un volume simile!
Mi dispiace, senza nulla togliere all'idea che è veramente originale, questo #Microhalloween, che si legge in un soffio, non mi ha conquistata!
Come dicevo però l'idea è da premiare!
Tutto nasce su Facebook, con un hashtag e un commento di poche righe, come riporta la prefazione di Abietti.
L'essenza di questo #Microhalloween è semplice: scrittori e aspiranti tali, dopo aver scoperto il post di Abietti nella sua bacheca che invitava a creare qualcosa di spaventoso in appena una manciata di righe, dovevano poi riportare quello stesso testo nei commenti a quel post.
Un'idea che ha del geniale e che trovo estremamente paritaria, dando infatti a tutti la possibilità di improvvisarsi scrittore!
Beh, ho anche l'altro volume nel mio kindle, vediamo se il prossimo #Microhalloween mi farà cambiare idea!

Nessun commento:

Posta un commento